Cortile dei bambini – “Scavatori di luce”


Su invito di Papa Francesco a continuare a preoccuparci delle situazioni più disagiate, abbiamo progettato una nuova iniziativa per bambini delle periferie scolastiche di Napoli e Roma.

Così il prossimo 31 maggio, un treno speciale con a bordo 400 bambini di Napoli arriverà direttamente a città del Vaticano. Qui, insieme ai 100 bambini di Roma, incontreranno Papa Francesco e Logo_Cortile dei Bambini_picc resolper lui canteranno tutti insieme “ ‘O sole mio”, accompagnati dall’orchestra Sanitansamble.

L’incontro con il Santo Padre, però, sarà solo l’ultima tappa di un progetto culturale che si è svolto durante tutto l’anno. Infatti, lo scorso 2 e 8 aprile sono stati organizzati due incontri preparatori dal titolo “Scavatori di luce”, alle catacombe di Priscilla, per i bambini romani, e a quelle di San Gennaro, per i bambini napoletani.

La visita alle catacombe e i laboratori didattico-culturali di cui i bambini sono stati protagonisti durante l’uscita, sono stati pensati con l’intento di trasmettere messaggi umani e spirituali molto forti a bambini che ne sono totalmente privi.

Un’altra componente importante è la musica, usata come mezzo di trasformazione culturale e di riscatto sociale, adottando un metodo che viene dall’America Latina, il cosiddetto “Metodo Abreu”; più di trent’anni fa, questo economista venezuelano con la passione per la musica ha avuto l’intuizione rivoluzionaria di “salvare” i bambini dei “barrios” attraverso l’educazione musicale: è nato così El Sistema, un metodo educativo basato sull’insegnamento della musica.

FacebookTwitter