Il Cortile dei Bambini con Papa Francesco


640x480 Treno dei bambini

Sabato 30 maggio 2015, approderà da Papa Francesco il nuovo “Treno dei Bambini”, organizzato ogni anno dal “Cortile dei Gentili” e rivolto a bambini coinvolti, loro malgrado, in situazioni disagiate. Quest’anno, il treno messo a disposizione per la terza volta dal Gruppo FS Italiane, le Ferrovie dello Stato, arriverà nella stazione dello Stato Vaticano, con a bordo i figli e le figlie di detenuti e detenute provenienti da Roma, Latina, Bari e Trani.

Quest’anno il Cortile dei Bambini ha scelto come tema quello del “Volo”, perché vuole offrire ai più piccoli che vivono con le loro madri una quotidianità fatta di carcere e allontanamento dagli altri fratelli, e a quelli che vivono la separazione dalla loro mamma detenuta, una giornata per “volare via” ed evadere con la fantasia dalla realtà con cui sono costretti a fare i conti.

Il treno raggiungerà la stazione del Vaticano intorno alle 10.40 e i piccoli con i loro accompagnatori raggiungeranno la sala «Nervi» dove a mezzogiorno in punto accoglieranno Papa Francesco con tanti aquiloni colorati, sempre per rimanere coerenti al tema del “Volo”, che come scrive il Card. Gianfranco Ravasi, è il «simbolo dei possibili passaggi tra l’interno del carcere, dove vivono le mamme e l’esterno dove stanno i figli».

Ringraziamo il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia, Ladisa S.p.A. e Divella S.p.A., che anche quest’anno hanno permesso al “Cortile dei bambini” di perseguire il suo obiettivo di fornire ai più fragili della società gli strumenti culturali, alternativa al disagio sociale che vivono, e di regalargli, sul piano pedagogico, l’incontro e il confronto con il cambiamento.

Si ringrazia

07-05FOTO

FacebookTwitter